numero verde

800 933345

Interno di un casa, nello specifico il salone con parquet chiaro, porte bianche a scorrimento, tappeto verse e poltrone sistemate intorno al camino bianco

Occhio alle detrazioni: le spese per la casa!

La dichiarazione dei redditi rappresenta un momento importante per tutti i contribuenti, in cui è possibile dichiarare le proprie entrate e dedurre determinate spese per ottenere benefici fiscali, comprese le spese detraibili per la casa.

Cosa sono le spese detraibili?

Le spese detraibili sono quelle spese sostenute durante l’anno solare che possono essere sottratte dall’imposta lorda. Queste spese possono riguardare diversi settori, come la salute, l’istruzione, il lavoro e altre categorie specifiche previste dalla legge. Dal 2020 la detrazione spetta a condizione che l’onere sia sostenuto con sistemi di pagamento tracciabili (ad es. bonifico bancario o carta di credito/debito)

Quali sono le detrazioni per la dichiarazione dei redditi 730 – 2024?

Le spese detraibili per la dichiarazione dei redditi 730 – 2024 possono riguardare diverse aree (vedi tutta la lista). Ecco alcuni esempi:

  • Spese mediche e sanitarie: È possibile detrarre le spese mediche e sanitarie sostenute per sé e per i propri familiari a carico, comprese quelle relative a visite mediche, farmaci, interventi chirurgici, dispositivi sanitari e altri trattamenti.
  • Spese per l’istruzione: Le spese sostenute per l’istruzione dei figli, come rette scolastiche, tasse universitarie e mensa scolastica, possono essere detratte.
  • Spese per assicurazione e previdenza: assicurazioni sulla vita, contributi obbligatori, versamenti a fondi di previdenza.
  • Spese veterinarie: è possibile detrarre tutte quelle spese che prevedono visite o alcuni farmaci per la cura degli animali domestici.

SPESE PER LA CASA

Le spese da detrarre per la dichiarazione 2024, lo ricordiamo, sono quelle che fanno riferimento al 2023.

Le detrazioni fiscali sono disponibili per una vasta gamma di interventi di ristrutturazione e miglioramento degli immobili, ma non solo. Ecco i diversi ambiti per ottenere la detrazione fiscale:

  • Interventi di efficientamento energetico: Questi includono l’installazione di nuovi impianti di riscaldamento, condizionamento, isolamento termico, serramenti ad alta efficienza energetica e pannelli solari.
  • Interventi antisismici: Questi interventi mirano a migliorare la resistenza sismica degli edifici, attraverso la realizzazione di opere di consolidamento, rinforzo strutturale o adeguamento alle normative antisismiche.
  • Interventi di ristrutturazione: è possibile usufruire di una detrazione del 50% per un tetto massimo di spesa di 96.000 euro per i lavori di manutenzione ordinaria e straordinaria in condominio o in edifici singoli. Tra le spese ammissibili è possibile far rientrare anche quelle inserite nel Bonus sicurezza per l’acquisto e l’installazione di sistemi di sicurezza abitativi.
  • Acquisto di mobili o elettrodomestici: è prevista, in caso di ristrutturazione di immobili, una detrazione al 50% con un limite massimo di 8.000 euro per le spese sostenute nel 2023 (5.000 euro per le spese del 2024). 
  • Barriere architettoniche: la detrazione spettante è pari al 75% (senza limiti di spesa) per l’abbattimento degli ostacoli in modo da permettere una corretta mobilità nello spazio.
  • Verde e giardini: detrazione pari al 36% entro il limite di 1.800 euro per le spese sostenute per le sistemazioni a verde di aree scoperte private di edifici esistenti, unità immobiliari, pertinenze o recinzioni e per la realizzazione di coperture a verde e di giardini pensili (Bonus verde).
  • Interessi passivi del mutuo: la detrazione spettante è pari al 19% fino ad un limite di spesa di 4.000 euro per gli interessi passivi sul mutuo legato all’acquisto della prima casa.
  • Spese di intermediazione per l’acquisto della prima casa: è prevista una detrazione del 19% per le spese di intermediazione immobiliare nel caso di acquisto della prima casa (ad es. spese di agenzia immobiliare).
  • Assicurazione calamità: in caso di stipula di assicurazione per coprire gli eventi calamitosi è prevista una detrazione del 19% relativa alle spese del premio assicurativo.

Come dichiarare le detrazioni nel modello 730?

Per dichiarare le spese detraibili nel modello 730, è necessario consegnare tutta la documentazione relativa all’operatore del CAF con cui fare la propria dichiarazione dei redditi, comprensiva dei pagamenti effettuati.

È fondamentale conservare tutta la documentazione comprovante le spese effettuate, in quanto potrebbe essere richiesta dall’Agenzia delle Entrate in caso di controlli.

In conclusione, conoscere le spese detraibili e come usufruirne può rappresentare un importante vantaggio per i contribuenti italiani, consentendo loro di ottimizzare la propria situazione fiscale e di risparmiare sulle imposte da pagare.

In evidenza

I più letti